Elena e la matematica

i giochi del castello

Posted on: dicembre 3, 2010

Ho deciso di scrivere un esempio di attività che il libro di cui ho parlato nel post precedente propone, in modo da capire cosa s’intende per “fare matematica con il corpo” …

Svolgimento dell’attività

Si legge la favola, in cui i bambini nel castello trovano la scatola che contiene il primo oggetto che useranno per giocare con il principino: la palla.

I quattro bambini erano veramente felici di quella avventura,  perché oltre a giocare con Samir potevano girovagare per il castello a esplorare tante stanze (alcune erano anche molte misteriose).salendo su per una scala stretta e buia, arrivarono ad una piccola porta che probabilmente non era stata aperta da anni.

Uno dei bambini si fece coraggio e, passando davanti a tutti, spinse piano piano la porta e l’aprì. La stanza era piccola, polverosa e piena di ragnatele. In un angolo della stanza i bambini videro una grossa scatola con sopra delle bacchette colorate. Avevano un po’ paura a rimanere lì e così decisero di prendere  la scatola e le bacchette e scappare via. Cosa poteva esserci dentro? Forse dei vestiti vecchi che la regina non metteva più,  oppure degli oggetti appartenuti agli antenati del re e della regina, magari qualche oggetto con strani poteri magici  … Mentre stavano chiudendo la porta uno dei bambini si accorse che dietro vi erano appesi dei cerchi colorati. Curiosi com’ erano, i nostri amici presero anche quelli e, lasciando la porta aperta, se ne andarono correndo giù per le scale.

Fissazione dell’esperienza

Si può fare il gioco del canestro (anche in un momento successivo). Eventualmente lo si può iniziare per verificare il livello di abilità dei bambini e interrompere nei momenti di forte interesse, per creare una certa attesa. Si dividono i bambini in due squadre e li si pone in fila indiana di fronte al cerchio a una distanza di circa 2 metri. Ogni bambino a turno lancia il pallone dentro al cerchio: se riesce a fare centro totalizza tre punti, se colpisce il bordo due punti, se la palla va fuori uno. Dopo aver tirato, il bambino segna sul foglio) della propria squadra il punteggio realizzato con una, due o tre crocette.

Si invitano i bambini a decretare la squadra vincitrice confrontando i due punteggi solo a colpo d’ occhio. Successivamente i bambini dovranno verificare l’esattezza della  loro conclusione verificando i punti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: